Untitled-3

Ravichandra Centro Studi Ayurveda

LA DETOSSINAZIONE IN AYURVEDA

Di fronte ad un disturbo l'Ayurveda interviene attraverso strategie di purificazione per l'eliminazione delle tossine. Pilastro centrale della terapia è il Panchakarma, letteralmente significa cinque azioni, un trattamento di purificazione e disintossicazione del corpo attraverso le seguenti pratiche:

  • Vamana: purificazione dell'apparato digestivo attraverso l'induzione del vomito
  • Virechana: purificazione dell'apparato digestivo attraverso l'induzione della purga
  • Nasya: purificazione della testa e delle vie respiratorie attraverso l'insufflazione nasale di sostanze medicate
  • Vasti: purificazione dell'apparato digestivo attraverso la somministrazione di clistere
  • Raktamoksha: purificazione del sistema circolatorio attraverso sistemi di ricircolo del sengue.

Il Panchakarma richiede un ciclo di trattamenti di preparazione detto Purvakarma. Consiste nell'effettuare oleazione interna ed esterna del corpo almeno per sette giorni. L'oleazione esterna del corpo viene chiamata Snehana e consiste nell'aplicare olio sul corpo del ricevente. la scelta dell'olio varia in funzione del dosha in squilibrio. Le tecniche di applicazione possono essere, l'Abhyangam, Shirodhara, Vasti.

Un ciclo di Purvakarma preparatorio per kapha potrebbe richiedere la terapia di fomentazione o sudorazione, Swedakarma. In questo caso non si somministra olio visto l'eccesso di untuosità che contraddistingue kapha ma bensì calore allo scopo di smuovere il ristagno di energia e contrastare il freddo. Le manualità del massaggio e la stimolazione saranno piuttosto energici e verranno applicate sul corpo polveri ad effetto penetrante e pungente.

Screenshot_1